mercoledì 16 agosto 2017

A granita ri mellone - Granita di anguria


Immaginate una mattina d'agosto, una terrazza all'ombra in Sicilia e, davanti a voi, oltre alla vista del mare e del cielo, una bella granita di mellone con una brioscia cu tuppo”. Niente di  più inebriante e rinfrescante.

Come già scritto nell’articolo dedicato al gelo, per mellone a Palermo si intende l’anguria, nome scientifico Citrullus Ianatus. Certo, pensare che un citrullo possa darci così tanto piacere è difficile da credere, ma basta provare la mia ricetta per avere una prova inconfutabile che non tutti i citrulli sono gli stessi.


Ingredienti: circa 800 gr. di anguria (si deve ottenere un litro di succo e polpa); 500 gr. di zucchero,1/2 litro d’acqua; qualche fiore fresco di gelsomino; un pezzetto di stecca di cannella; un pizzico di sale.

Procedimento: Sciacquate sotto l’acqua corrente i fiori del gelsomino e metteteli in infusione per circa mezz'ora nella quantità d’acqua indicata tra gli ingredienti.

Nel frattempo, nettate l’anguria dalla buccia e dai semi e frullatela. Ora preparate una soluzione glucosata, facendo bollire, per 5 minuti a fuoco molto moderato, l’acqua al gelsomino – i fiori dovete eliminarli altrimenti conferiscono un sapore amaro – la stecca di cannella, lo zucchero e il pizzico di sale. Lasciate raffreddare il liquido, eliminate la cannella,  ed unitelo al mellone frullato mescolando bene.

Riponetelo in una vaschetta e mettetelo in freezer per almeno 5 ore avendo cura, di tanto in tanto, di rimestare il composto in modo da rompere i cristalli di ghiaccio.

Servite in coppe da gelato accompagnate dall'inseparabile amica brioscia, che – per capirlo i nordici – non è il cornetto che pucciate la mattina nel cappuccino, ma una sfera di pasta morbida e dolce che si sposa amabilmente con la granita perché “assuppa” (assorbe) egregiamente il suo goloso liquido.

Buone cose agghiacciate  a tutti!

Suggerimenti: potete mettere il composto nelle formine del ghiaccio e, a momento debito, frullare i ghiaccioli per ottenere un morbido sorbetto oppure usarli in dissetanti cocktails estivi.